Da ormai più di sei anni, la città di Rovereto ha ritrovato le sue radici ludiche. Fondata nel Settembre del 2014 in risposta alle esigenze di una comunità giovane e dinamica, desiderosa di socializzare e di esprimere la propria personalità, Fantàsia ha saputo trovare per i propri clienti una piccola oasi ricreativa.

Il volto della community creatasi attorno al negozio di via Fratelli Fontana è andato definendosi nelle sue prime piccole esperienze imprenditoriali, nel creare e coltivare un modello di business che fosse pronto a cogliere le particolarità di un insieme di hobby sempre più lontani dall’essere la nicchia di pochi ermetici iniziati. E da allora, il nostro lavoro s’è fatto sempre più ricco e variegato.

L’attività, appena nata, è cresciuta in fretta. Si è espansa ad abbracciare nuovi giocatori ed appassionati entusiasti, nuovi collaboratori abili ed esperti, e soprattutto nuove possibilità.

Fantàsia è ben presto diventata il punto di riferimento per tutti gli appassionati di Giochi in Scatola, Giochi di Carte Collezionabili e Giochi di Ruolo non solo di Rovereto, ma di tutto il Trentino Alto-Adige, fino a far sentire la sua presenza oltre i confini della Regione: sulla plancia nazionale e internazionale, verso nuove frontiere, per mezzo della sua ormai consolidata presenza sui mercati elettronici di tutta Europa (e non solo)!

Da quando era un piccolo negozio, Fantàsia ne ha fatta di strada: al 2019, l’Azienda si è fatta carico di più di 65.000 colli, e le richieste non fanno che aumentare. Una tale domanda non poteva non richiedere più spazio e più manodopera. Nella sua nuova sede di Viale Trento di 400mq, dove sono ubicati sia lo Store fisico che i magazzini dello Store On-Line, vengono gestiti ogni giorno centinaia di ordini da un team composto da 13 persone motivato e sempre più vasto.

Cosa ci riserva il futuro? L’obiettivo, ora come quando abbiamo iniziato, è non fermarsi mai. Crescere esponenzialmente, a passo sempre più accelerato, per diventare qualcosa di irrinunciabile per gli appassionati di oggi e ieri, e per quelli che verranno.

Fino a quando tutta la nostra generazione non avrà trovato le sue radici.