Middle-Earth

Tratto dai libri e dai film del Signore degli Anelli, dopo circa diciassette anni dal primo manuale di Games Workshop, nel 2018 il titolo cambia totalmente faccia semplificando passaggi obsoleti e creando quello che a tutti gli effetti è la Terra di Mezzo.

Il manuale base comprende le regole del gioco, assieme alle schede personaggio e numerosi scenari. Il gioco è ideato per due giocatori ma è possibile ampliare le dimensioni dello scontro, aumentando il campo per adattarsi alle esigenze dei modelli di tutti i partecipanti.

Per gli amanti del narrativo e dei giochi da tavolo vi suggeriamo anche Warhammer Quest, cooperativo narrativo ambientato nel mondo di Warhammer Age of Sigmar.

  • Promo
  • Promo
  • Promo
  • Promo
  • Promo
  • Promo
  • Promo

  • Promo
  • Promo
  • Promo

  • Promo
  • Promo
  • Promo
  • Promo
  • Promo
  • Promo

Middle-Earth Gioco di battaglie strategiche pubblicato da Games Workshop, vi permette di rivivere tutti i momenti salienti del mondo del Signore degli Anelli. Dallo Hobbit al Ritorno del Re, la gamma di miniature e regolamenti, missioni narrative e campagne, è estremamente ben fornita, sia per la fazione del bene che per quella del male.

Il gioco vede la sua prima edizione nel 2001, con il nome "La compagnia dell’anello", pubblicato con l’omonimo film lo stesso anno, ciclo concluso con l’espansione Mordor nel 2008. Nel 2012, Games Workshop, per il lancio mondiale del film Lo Hobbit, pubblicò supplementi e aggiornamenti includendo anche la saga narrativa completa della nuova serie di film, con nuovi personaggi e missioni giocabili. Fu completato, così, il gioco, comprendendo l’intera filmografia.

Middle-earth Gioco di Battaglie strategiche, considerato così come viene giocato oggi, è frutto della nuova edizione con una rivisitazione completa delle meccaniche di gioco avvenuta nel 2018 proprio con la pubblicazione di Middle-earth Strategy Battle Game: The Lord Of The Rings – Battle of Pelennor Fields.

Il gioco

Middle-Earth Gioco di battaglie strategiche è un gioco per due o più giocatori, il giocatore del bene e il giocatore del male. Il tavolo da gioco regolamentare è di quattro per quattro piedi, esattamente 122cm per 122cm, e una partita standard è della durata di circa un’ora e mezza.

Grazie al suo regolamento e alle dinamiche principali, Middle-Earth Gioco di battaglie strategiche può essere considerato un gioco di schermaglie a tutti gli effetti, sia per l’attivazione dei modelli dove ogni modello può compiere le sue azioni individualmente, sia per il ridotto numero di pezzi sul campo, circa cinquanta modelli in totale per le armate più numerose.

Al contrario di altri giochi Games Workshop, il turno di gioco è unico per entrambi i giocatori composto da:

  • Fase priorità
  • Fase di movimento
  • Fase di tiro a distanza
  • Fase di combattimento

La fase di priorità è la fase principale del turno; un rapido tiro contrapposto di dado permetterà di scegliere chi è il giocatore con l’iniziativa del turno. Il giocatore con l’iniziativa sarà il primo a compiere ogni fase del turno; in questa fase, inoltre, possono essere svolte alcune abilità eroiche quando le circostanze lo permettono.

Il movimento in Middle-earth Gioco di battglie strategiche è quasi standardizzato: tutti i modelli si muovono di 6 pollici ad eccezione di nani e goblin, che si possono muovere di 5 pollici, e di hobbit, che invece hanno una caratteristica movimento di 4; tutte le cavallerie si muovono di dieci pollici e le uniche eccezioni particolari sono rappresentate dai pochi modelli volanti, con caratteristiche movimento indipendenti da una classe standard.

Ogni modello può compiere da regolamento qualsiasi azione, ma, proprio come per un GDR, alcune azioni sono più difficili di altre, come arrampicarsi o saltare; in gioco questo viene rappresentato da un tiro abilità di un singolo dado. Oltre al movimento, in questa fase è possibile avvicinarsi entro un pollice ai modelli avversari. Questo movimento è detto carica, o attivare poteri magici spendendo punti volere. La magia in Middle-earth gioco di battaglie strategiche non è altro che un tiro di dado contrapposto alla potenza della magia. Se si supera un determinato valore o si equivale, il giocatore potrà manifestarne il potere scelto in precedenza. Al completamento di tutte le attività possibili, in questa fase del giocatore di iniziativa tocca al giocatore successivo attivare la fase di movimento.

La fase di tiro è estremamente semplice: per poter tirare, la maggior parte delle armi richiede che il modello non si sia mosso più della metà del suo movimento; tuttavia, tutti i modelli che si sono mossi e intendono comunque sparare subiranno una penalità al tiro per colpire; ogni azione di tiro seguirà il seguente ordine:

  • Decidere a chi sparare
  • Tirare per colpire
  • Tirare qualora vi siano oggetti (o modelli; in caso del turno del male, il bene non può mai tirare, se vi sono modelli del bene frapposti)
  • Il difensore tira la sua resistenza
  • Si assegna le ferite, qualora il tiro resistenza sia fallito

Al contrario di altri giochi Games Workshop, ogni impedimento al tiro che si frappone tra il tiratore e il bersaglio obbliga ad un tiro di abilità. Per questi motivi e per il fatto che la maggior parte delle armi da tiro ha caratteristiche forza molto basse in Middle-earth Gioco di Battaglie strategico, solitamente non si fa particolare affidamento a questo tipo di armi.

La fase di combattimento è la fase più particolare ed interessante dell’intero turno di gioco: ogni gruppo di combattenti viene risolto individualmente; i giocatori tireranno un numero di dadi pari al numero di combattenti ingaggiati a contatto di basetta che controllano; il valore più alto sarà confrontato con il valore più alto dell’altro giocatore. In caso di pareggio, la prima discriminante sarà il valore di combattimento dei modelli ingaggiati e, qualora anche in questo caso vi sia parità, un ultimo lancio di dado sceglierà chi vince, con un valore di 1-3 vinche il male, 4-6 vince il bene. Il vincitore tira quindi un numero di dadi pari alla caratteristica attacco. Il valore del dado deve superare una certa soglia per infliggere danni; solitamente si aggira intorno al 5 o, in alcuni casi, 6. Essendo tiri molto alti, accade spesso che non muoiano molti modelli in una partita di Middle-earth gioco di battaglie strategiche. Tuttavia, quando più della metà dei modelli schierati cade in battaglia, al termine di questa fase sarà necessario testare il morale delle vostre truppe.

Particolarità ulteriori di questa fase risiedono nelle caratteristiche delle armi da corpo a corpo; infatti, ogni arma ha determinate abilità e malus, che vi invitiamo a scoprire nel manuale base, che rendono questa fase ancora più dettagliata e affascinante.

La partita termina raggiunte le condizioni di vittoria specifiche della missione scelta. Ogni scenario permette di risolvere lo scontro, qualora la condizione di vittoria principale non sia stata raggiunta a pieno, consegnando la vittoria al giocatore che ha raccolto il maggior numero di punti vittoria.

Come iniziare

Il primo acquisto consigliato di Middle-earth Gioco di battaglie strategico è rappresentato dalla scatola base. Questa contiene il manuale integrale in copertina rigida, 46 miniature per il lato del bene, i valorosi cavalieri guidati dal loro Re Théoden di Rohan, e 38 miniature del male, un’armata di Morghoth composta da un re stregone su Nazgûl, un troll di Mordor e 36 orchi del Morannon. Per iniziare subito, vi consigliamo come sempre di inserire nella vostra lista degli acquisti anche il necessario per l’assemblaggio e la preparazione del modello.

Come primo acquisto dopo la scatola base, vi suggeriamo il Middle-earth™ Strategy Battle Game Matched Play Guide. Questo volume vi permetterà di avvicinarvi al mondo torneistico nel modo migliore: 48 pagine di regole aggiuntive, scenari bilanciati e tutto quello che c’è da sapere sul mondo dei tornei di Middle-earth Gioco di battaglie strategiche.

Filtra per

more... less
more... less
more... less
Prezzo
21 170
Categorie
more... less
Lingua
more... less
Filtri