Starfinder

Starfinder nasce sulla base del fratello maggiore Pathfinder spostando l’ambientazione nell’immensità dello Spazio.

Nuovi pianeti da scoprire, astronavi, culture... Ovviamente ci saranno molte razze aliene, ma non mancheranno anche quelle consuete, presenti in altri giochi di ruolo come Warhammer Fantasy Roleplay.

Fra le stelle di questo GDR, nani ed elfi avranno una veste decisamente più avanzata, mentre le classi ricalcheranno la tematica fantascientifica proponendo meccanici, piloti, soldati, senza perdere però quel tocco di magia in un interessantissimo mix con la tecnologia.

Starfinder è un gioco di ruolo edito da Giochi Uniti, su licenza Paizo, e consiste in una rivisitazione in chiave fantascientifica del sistema di gioco Pathfinder, dove gli abitanti del mondo di Golarion iniziano ad esplorare la galassia in cerca di fortuna e ricchezze.

Starfinder però non vuole proporsi solamente come una conversione futuristica di Pathfinder, ma ricerca una sua identità e i suoi punti di forza, tali che lo rendono indipendente dalla sua controparte fantasy. Infatti sono state associate nuove regole e una rilettura di molti elementi “classici” in chiave sci-fi.

Il manuale di gioco

Il Manuale Base di Starfinder è veramente corposo, consta di 563 pagine e sono tutte utili. Infatti questo manuale contiene tutte le regole necessarie sia per i giocatori sia che per il Game Master. Possiamo suddividere quindi il manuale in linea generale su 6 macro-aree: Personaggio, Astronavi, Magia, Game Master, Ambientazione e Eredità di Pathfinder. Ovviamente ciascuna delle aree è suddivisa a sua volta da svariati capitoli.

Per quanto riguarda la creazione dei personaggi, troviamo ben 6 razze aliene e la razza umana. Per ogni razza ci vengono dati alcuni elementi generici (altezza, peso, vita media ecc) e alcuni più specifici come le relazioni con le altre culture, i bonus di razza specifici.

Dopo aver scelto la razza del personaggio, dovremo pensare alla Classe da scegliere. Starfinder presenta sette classi giocabili, ovviamente queste classi non sono tipiche del fantasy classico, molte infatti possono prenderne ispirazione ma altre sono innovative e pensate per questa specifica ambientazione, il tutto concorre al trasmettere, a chi gioca, un senso di immersione.

Per diversificare ancora di più il personaggio dagli altri, c’è anche una sezione dedicata ai Temi, che consistono in semplici Background (ovvero il vissuto del personaggio) che consentiranno alle caratteristiche delle modifiche ed aggiungere abilità particolari: ad esempio chi sceglie il Tema del Mercenario avrà bonus ai valori di Forza e nei successivi livelli avrà dei bonus utili per sé e per la squadra.

Nel Manuale Base di Starfinder troviamo ovviamente anche una sezione riguardante le Abilità ed i Talenti. Molte di queste opzioni sono state rinnovate ed adattate all’ambientazione fantascientifica altre create da zero, come ad esempio l’abilità Computer o Ingegneria.

La sezione dell’Equipaggiamento è molto corposa: troviamo armi, armature, eventuali migliorie, elementi magici, tecnomagici, caratteristiche speciali, elementi speciali (come i particolari Cristalli Solarian), impianti cibernetici o biotecnologici, computer, oggetti magici, veicoli e via dicendo. Ci sono letteralmente migliaia di opzioni disponibili.

Vi troviamo inoltre le regole per gestire le tattiche ed i combattimenti spaziali tra veicoli: per quest’ultimo infatti vi troviamo i Ruoli. Infatti è previsto che i giocatori, in base alle loro preferenze, possano decidere tra 5 “specializzazioni”, ciascuna con effetti diversi in battaglia. Potremo ad esempio assumere il ruolo di Artigliere, e dedicarci alle armi, o magari quello di Capitano, e quindi incoraggiare l’equipaggio mentre si provoca il nemico. Ma la particolarità del Manuale Base è la presenza di un intero capitolo dedicato alle Astronavi: vi troviamo le regole relative alla costruzione delle diverse tipologie di astronave dalle più semplici come le lance monoposto fino alle gigantesche Corazzate Interstellari. Inoltre sono presentati 15 modelli pregenerati di Astronavi appartenenti alle varie fazioni del mondo di gioco.

Una grande rivoluzione è stata fatta nel capitolo dedicata alla Magia: non esiste più la distinzione tra magia divina e arcana. Ora si parla semplicemente di una fonte di energia diversa da quella tecnologica, non sempre compresa e spesso utilizzata in aiuto alla scienza.

Poi vi troviamo ben due capitoli che trattano rispettivamente della ambientazione e di ciò che è avvenuto nel mondo di Starfinder e delle fazioni ed organizzazioni che la popolano.

L’ultimo capitolo del manuale invece permette di convertire elementi di Pathfinder al sistema science-fantasy di Starfinder.

Giocare a starfinder

Starfinder è un gioco di ruolo e, come tale, uno dei giocatori al tavolo ricoprirà il ruolo di Game Master (GM) ovvero colui che, imparando il regolamento, dovrà creare e narrare la storia, impostare e gestire le scene, facendo vivere spaziali avventure a tutti gli altri giocatori. Quest’ultimi, interpreteranno ciascuno un proprio personaggio rappresentato materialmente dalla propria scheda di gioco.

Il personaggio sarà creato tramite le regole fornito nel Manuale Base. I vari personaggi agiranno all’interno del mondo di gioco fornito dal GM e in base alle azioni che faranno, ci saranno delle regole specifiche con cui gestire le azioni stesse (come ad es. combattimenti, magie, etc…). Il sistema di gioco utilizzato è lo stesso di Pathfinder ed altri giochi che utilizzano il sistema D20 System. Starfinder è un gioco adatto prevalentemente a chi ama un sistema articolato, dove bonus, malus, effetti di incantesimi e abilità concorrano in maniera evidente alla costruzione del gioco.

Salta sull’astronave e parti per lo spazio profondo di Starfinder!

Filtra per

more... less
more... less
more... less
Prezzo
16 56
Lingua
more... less
Tipologia
Filtri